4 suggerimenti per una newsletter efficace

Ridurre le spese di marketing del proprio albergo? Sembrerebbe la strategia più saggia in questo periodo di crisi ma questa decisione può avere effetti molto negativi.

L’email marketing, ad esempio, è uno dei metodi con un rapporto costo/contatto ineguagliabile rispetto a qualsiasi altro strumento di marketing diretto. Un ottimo sistema per fidelizzare la propria clientela e valorizzare il brand.

Ecco 4 suggerimenti per gestire una newsletter efficace che non rischi di essere bloccata dai filtri antispam o ignorata dal destinatario.

Database dei contatti: dedicare molta attenzione alla profilazione degli utenti e alla qualità del database dei contatti. Proporre incentivi ai clienti per invogliarli a lasciare il proprio indirizzo e-mail;

Inviare e-mail professionali: affidarsi assolutamente a degli specialisti per la realizzazione iniziale di un template grafico interessante, almeno per il primo invio. Il design di una email influisce molto sul successo della comunicazione;

Misurabilità degli investimenti: in particolare per la parte tracking statistico (indirizzi sbagliati, chi la legge, chi no ecc.) e deliverability (evitare i filtri antispam). Il suggerimento è di usare un servizio online di email marketing specifico.

Creare e-mail di impatto: scegliere notizie effettivamente interessanti e curare ogni particolare, a partire dal campo “oggetto” dell’email che è la prima cosa che il cliente leggerà: breve, pertinente al contenuto e che attiri l’attenzione. Rispetto alla pubblicità sul Web, l’inserzione pubblicitaria presente in una mail spedita da una mailing list può essere percepita come un’intrusione.

La mailing list è un ottimo strumento per premiare i clienti più assidui e metterli al corrente delle iniziative, per essere ancora più efficace dovrebbe essere abbinata ad una landing page (pagina di arrivo) altrettanto curata e stimolante.

La redazione ithip.com

3 Responses to “4 suggerimenti per una newsletter efficace”

  1. Come guadagnarsi una “share of inbox”…

    In periodo di crisi l’email marketing è una delle strategie più vantaggiose per il suo ottimo ritorno d’investimento ed i bassi costi. Una indagine effettuata sulle PMI americane dimostra infatti che l’email e i social network sono i due ambiti in…

  2. Proprio per il fatto che l’email marketing è uno dei metodi con rapporto costo/contatto ineguagiabile, però, c’è da aspettarsi che il numero di email commerciali inviate nel 2009 aumenterà e di conseguenza sarà più difficile guadagnarsi la propria quota di attenzione da parte dell’utente.

    Vi ho citato e ne parlo qui:
    http://emailmarketingblog.it/blog/2009/02/06/come-guadagnarsi-una-share-of-inbox

  3. ithip.com says:

    Grazie per la citazione.

    Sicuramente il numero di email commerciali continuerà ad aumentare, proprio per questo consigliamo di resistere alla tentazione di fare “da soli” ma, almeno inizialmente, affidarsi ad un consulente specializzato.

    Occorre considerare che nel caso dell’invio di una newsletter “fatta-in-casa”, possono esserci ripercussioni negative maggiori rispetto ad una semplice pagina web amatoriale.

    Seguiremo insieme a voi le problematiche relative allo “share of inbox”.

    A presto

    La redazione ithip.com

Leave a Reply

*

Categories: Tips for Hoteliers

ItHip